Mottura vini del Salento
LanguageITENDERU

Vini

Rosone

Rosone

Coltivati con l’antico sistema ad alberello che naturalmente ha una basa resa ma una grande concentrazione e complessità organolettica. Un Negroamaro di forte temperamento ma delicato al palato.
Il nome e l’immagine in etichetta rimandano appunto all’icona del rosone, una finestra decorativa di forma circolare presente sulle facciate delle chiese di stile romanico, gotico e barocco.
Un esplosione di decorazioni architettoniche ricche di simbologie che raccontano una realtà ricca di sfaccettature. E’ in questi elementi che si nasconde la storia di un territorio che il famoso Guido Piovene definì “una pianura infinita di abbracci e brezze marine, una terra di miraggi e di dolcezze”. Il significato simbolico del rosone è in stretta relazione con il cerchio che, come “linea infinita”, senza inizio e senza fine, è simbolo di Dio, e di eternità.

I Classici

Fiano del Salento

Vino prodotto nel medio Salento da uve Fiano. La vendemmia è manuale a giusta maturazione quando la componente acida e fresca dell’uva è ancora integra. In cantina le uve subiscono una pressatura soffice e il mosto fermenta a temperatura controllata. Il colore è giallo paglierino, al naso è molto floreale mentre al palato è molto fresco e minerale.

I Classici

Rosato del Salento

Vino prodotto nel medio Salento da uve Negroamaro. La vendemmia è manuale a giusta maturazione, con accurata selezione delle uve. Il colore è rosa corallo con sfumature intense, il profumo è fruttato, il gusto è fresco ed armonico.

I Classici

Primitivo del Salento

Vino di forte personalità, prodotto nel Salento con uve Primitivo. Il profumo è intenso di frutta matura ed il gusto è caldo ed avvolgente. Macerato con lieviti selezionati e fermentato a temperatura controllata, matura in barriques di rovere francese.

I Classici

Negroamaro del Salento

Vino proveniente dal vitigno Negroamaro vinificato in purezza. Gradevole il profumo vinoso, con leggero tocco ammandorlato, si apre al naso con sensazioni di prugna matura e more. Macerato con lieviti selezionati e fermentato a temperatura controllata, matura in barriques di rovere francese.

Stilio

Stilio

Negli ultimi anni il vino “Stilio” è stato aggiunto alla produzione. Da uve selezionate in vigneti a bassa resa nella zona di Manduria. Una parte delle uve che partecipa alla produzione di questo vino subisce un leggero appassimento sulla pianta. Ciò consente di concentrare gli aromi prima della raccolta grazie ad una leggera disidratazione e alla conseguente perdita di acqua di circa il 20-30%. Un riferimento all’antica tradizione culturale salentina della taranta, riscoperta negli ultimi anni. Sull’etichetta un ragno diadema stilizzato, su un campo nero. L’immagine complessiva richiama il simbolismo del ragno, della taranta, il cui morso genera il bisogno di danza, musica e colori in un effetto catartico, emozioni liberatorie, che persino il gusto di questo vino potrebbe evocare.

Mottura

Fiano del Salento

Caratteristiche Marchio Mottura Vino Salento Fiano Classificazione Indicazione Geografica Tipica Zona Produzione Salento Tip.Terreno Medio impasto, calcareo e argilloso Sistema Coltivazione Cordone speronato Vitigni utilizzati Fiano Clima Inverni miti con primavere ed estati  molto asciutte Vendemmia Manuale a giusta maturazione

Mottura

Locorotondo

Prodotto nei pressi dell’omonima cittadina delle Murge e nei comuni di Cisternino e Fasano. I vitigni di provenienza sono Verdeca, Bianco d’Alessano, Fiano, Bombino bianco e Malvasia Bianca. Vendemmia e pressatura soffice delle uve intere e fermentazione a temperatura controllata. Assume un colore giallo paglierino chiaro e una caratteristica, delicata profumazione.

Mottura

Rosato del Salento

Si produce nella penisola Salentina, su terreni calcarei e argillosi. Proviene da vitigni Negroamaro e Malvasia nera di Brindisi. Vendemmia manuale a giusta maturazione da metà settembre a metà ottobre. Pressatura soffice delle uve. Colore rosa salmone. Ricco, fragrante ed elegantemente fruttato.

Mottura

Negroamaro del Salento

Il Negroamaro è di remota produzione, le coltivazioni nell’area meridionale della Puglia, infatti, sin dal VI secolo a.C., erano caratterizzate quasi unicamente da questo vitigno. Quest’uva presente nell’arco ionico Leccese, nel Brindisino, ed in provincia di Taranto, si vendemmiava a mano verso la metà di settembre. Si ottiene un vino di un intenso colore rosso-rubino, con un piacevole retrogusto ammandorlato e note di frutti rossi maturi e prugna.

Mottura

Primitivo di Manduria

E’ prodotto nel Tarantino e prende il nome dall’omonima cittadina Messapia. E’ ottenuto da vitigno Primitivo 100% coltivato ad alberello e vendemmiato a mano con attenta cernita dei grappoli. Macera sulle bucce per 4-6 giorni e fermenta a temperatura controllata. Ha una colorazione rosso rubino tendente al violaceo, un profumo intenso con note di mora e legno speziato.

Mottura

Salice Salentino Rosso

Viene prodotto nel medio Salento, terra di grande vocazione vinicola. Proviene da vitigni di Negroamaro e Malvasia nera di Brindisi. La vendemmia si svolge a giusta maturazione. Macerazione tradizionale per 8-10 giorni e fermentazione del mosto a temperatura controllata. Di colore rosso rubino, acquista riflessi granato aranciati con l’invecchiamento, il profumo è etereo, ricco di fruttato maturo.

Mottura

Nero di Troia IGT Puglia

Quest’uva è coltivata in Capitanata ha origini ancora incerte, mentre certo è il legame con la città di Troia. Viene raccolta a giusta maturazione dove segue una macerazione tradizionale per 8-10 giorni e fermentazione del mosto a temperatura controllata di 20°C e costante utilizzo di rimontaggi e delestage per terminare con lo svolgimento in acciaio della fermentazione malolattica. Si ottiene un vino di colore rosso intenso, con un piacevole profumo ampio e armonico e un gusto caldo.

Mottura

Squinzano

E’ originario della media penisola Salentina, in provincia di Lecce. Prodotto da vitigni di Negroamaro, Malvasia nera di Brindisi, Malvasia nera di Lecce, Sangiovese, coltivati ad alberello e vendemmiati alla metà di settembre. Di colore rosso rubino tendente al granato, d’intensa profumazione con delicato sentore di mandorla e ciliegia matura.

Mottura

Malvasia Nera del Salento

Caratteristiche Marchio Mottura Vino Malvasia Nera Classificazione Indicazione Geografica Tipica Zona Produzione Salento Tip.Terreno Cordone speronato Sistema Coltivazione Cordone speronato Vitigni utilizzati Malvasia nera Clima Inverni miti con primavere ed estati  molto asciutte Vendemmia Manuale a giusta maturazione con attenta

Mottura

Primitivo del Salento

E’ prodotto nel Salento e nel Tarantino. E’ ottenuto dal vitigno Primitivo coltivato a controspalliera. Macera sulle bucce per 10-12 giorni e fermenta a temperatura controllata di 20°C con un costante utilizzo di rimontaggi e delestage. Segue poi uno svolgimento in acciaio della fermentazione malolattica. Ha una colorazione rosso intenso tendente al violaceo, un profumo intenso di frutti rossi e vinoso se giovane o caldo ed etereo se invecchiato che si completa con un gusto asciutto, ricco di sapori e armonico.

Villa Mottura

Fiano

Si produce nel Salento, con uve ricavate dal vitigno Fiano. Viene vendemmiato a mano, con pressatura soffice delle uve e fermentazione a temperatura controllata. Di un bel colore giallo paglierino brillante, la profumazione ha delicati sentori di fiori bianchi e frutta esotica. Al gusto è gradevole, fresco, morbido, avvolgente e sapido.

Villa Mottura

Locorotondo

Si produce nell’omonima cittadina e nei comuni di Fasano e Cisternino. Originario della Murgia è un vino “storico” della Puglia. Ottenuto da uve Verdeca e Bianco d’Alessano con percentuali minime di Bombino bianco e Malvasia. Viene vendemmiato a mano, con pressatura soffice delle uve e fermentazione a temperatura controllata. Di un bel colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, la profumazione ha delicati sentori fruttati di mela acerba e pesca bianca. Al gusto è fresco, secco e delicatamente amarognolo.

Villa Mottura

Salento Rosato

Viene prodotto nel medio Salento con uva di tre diversi vitigni: in gran parte Negroamaro e, in piccola percentuale, Malvasia nera di Brindisi e Malvasia nera di Lecce, uve entrambe di origine greca arrivate in Puglia dalla Morea. Vendemmia manuale e parziale macerazione sulle bucce per circa 12 ore. Fermentazione a temperatura controllata con aggiunta di lieviti selezionati. Vino di colore rosa tenue e brillante e dai profumi delicati, in bocca esprime un bell’equilibrio di frutto, freschezza e pienezza di gusto.

Villa Mottura

Negroamaro del Salento

Nasce dal vitigno Negroamaro da una minima aggiunta di Malvasia nera di Lecce. Prodotto nell’omonima cittadina in provincia di Lecce, è di remota coltivazione nell’area meridionale della Puglia sin dal VI secolo a. C.. Macerato con lieviti selezionati e fermentato a temperatura controllata, matura in barrique di rovere francese per circa 8 mesi. Di un bel colore rosso rubino tendente al granato, ha profumi intensi di mandorla e mora. Caldo e rotondo il gusto.

Villa Mottura

Primitivo di Manduria

La sua area produttiva comprende le province di Taranto e alcune province di Brindisi. È ottenuto esclusivamente da uve Primitivo, vitigno di origini antichissime diffuso nel Mediterraneo grazie alla colonizzazione fenicia e greca. La vendemmia è rigorosamente manuale con accurata selezione dei grappoli. Fermentazione a temperatura controllata. Maturazione in barrique di rovere francese per 6-8 mesi. Colore rubino intenso tendente al violaceo. Profumo vinoso, vellutato e armonico al palato.

Villa Mottura

Primitivo del Salento

Viene prodotto nel medio Salento con uve Primitivo. La vendemmia è manuale a giusta maturazione, con accurata selezione dei grappoli. Fermentazione a temperatura controllata. Maturazione in barrique di rovere francese per 6 mesi. Colore rosso intenso e brillante. Intenso aroma di frutti rossi maturi, ciliegia, mirtilli, vaniglia ed erbe aromatiche.

Le Pitre

Primitivo di Manduria

È un vino di gran complessità e di solida e corposa struttura. Al naso è intenso, dolce e con sentori di frutti rossi in confettura, mora e visciola che conferiscono al vino una forte identità. Toni speziati di pepe nero e cacao. In bocca i tannini sono soffici e vanno nel senso della dolcezza ed armonia. Le note varietali dominano e complessivamente preparano ad un finale lungo di grande persistenza.

Le Pitre

Salice Salentino

Si presenta come un vino di grande impatto. Al naso esprime una piacevole concentrazione di note che vanno dalla frutta rossa matura allo speziato, con sentori di vaniglia e note tostate che compongono un bouquet di grande persistenza ed eleganza. E’ un vino di indubbia personalità, con caratteri tipici che lo legano profondamente al territorio in cui nasce esaltando e premiando la maturità del Negroamaro.