Rosone

Coltivati con l’antico sistema ad alberello che naturalmente ha una bassa resa, ma una grande concentrazione e complessità organolettica. Un Negroamaro di forte temperamento ma delicato al palato. Il nome e l’immagine in etichetta rimandano appunto all’icona del rosone, la finestra decorativa di forma circolare presente sulle facciate delle chiese di stile romanico, gotico e barocco. Un’esplosione di decorazioni architettoniche, dense di simbologie che raccontano una realtà ricca di sfaccettature. È in questi elementi che si nasconde la storia di un territorio che il famoso Guido Piovene definì “una pianura infinita di abbracci e brezze marine, una terra di miraggi e di dolcezze”. Il significato simbolico del rosone è in stretta relazione con il cerchio che, come “linea infinita”, senza inizio e senza fine, è simbolo di Dio, e di eternità.

Dettagli

Temperatura di servizio

16/18° C

Tenore alcolico

14,5% vol

Vitigni

Negroamaro

Calice consigliato

Grand Cru
Caratteristiche

Colore

Rosso intenso con riflessi granata e grande densita glicerica

Profumo

Fruttato con sentori tipici della macchia mediterranea e sentori terziari dovuti all’affinamento, riconducibili a vaniglia e chiodi di garofano

Gusto

Di corpo, robusto con finale morbido e persistente

Abbinamento

Carni rosse alla griglia, stufati e formaggi stagionati
Vigneti e riconoscimenti

Riconoscimenti

2021 Mundus Vini – Gold Medal