Mottura vini del Salento
LanguageITENDERU

Negroamaro del Salento

Il Negroamaro è di remota produzione, le coltivazioni nell’area meridionale della Puglia, infatti, sin dal VI secolo a.C., erano caratterizzate quasi unicamente da questo vitigno. Quest’uva presente nell’arco ionico Leccese, nel Brindisino, ed in provincia di Taranto, si vendemmiava a mano verso la metà di settembre. Si ottiene un vino di un intenso colore rosso-rubino, con un piacevole retrogusto ammandorlato e note di frutti rossi maturi e prugna.

Caratteristiche

Marchio

Mottura

Vino

Negroamaro del Salento

Riconoscimento

Indicazione Geografica Tipica

Zona Produzione

Salento

Tip.Terreno

Calcareo e Argilloso

Sistema Coltivazione

Vigneto a controspalliera

Resa q.li per ettaro

90

Vitigni utilizzati

Negroamaro

Clima

Inverni medi con primavere ed estati  molto asciutte

Vendemmia

A macchina

Tecnica vinificazione

Macerazione tradizionale per 10-12 giorni e fermentazione del mosto a temperatura controllata di 20°C e costante utilizzo di rimontaggi e delestage. Svolgimento in acciaio della fermentazione malolattica.

Colore

Rosso rubino intenso

Profumo

Ampio e persistente con sentori di frutti rossi maturi, liquerizia e spezie.

Gusto

Armonico, fresco e morbido con tannini equilibrati

Tenore alcolico

12.5% vol.

Abbinamento ai cibi

Carni rosse, arrosti e cacciagione

Temperatura servizio

16-18° C

Bicchiere consigliato

Calice a stelo medio di vetro trasparente

Durata

Tre o quattro anni se conservato in cantine idonee