Mottura vini del Salento
LanguageITENDERU
Tuglie, dove nasce Mottura

Distante appena dieci chilometri dalle coste di Gallipoli e poco meno di 40 da Lecce, Tuglie è situato nell’entroterra del sud Salento. Ha origini molto antiche, come confermano i quattro “Menhir” situati in aperta campagna. Gli insediamenti urbani risalgono all’età dei Romani: le “Grotte Passaturi” o “Case vecchie”, secondo alcuni studiosi, erano la dimora dei Tulli.
Il paese, immerso nel verde, è ricco di percorsi culturali: dal Museo della Radio, il primo dell’Italia meridionale, al Museo della Civiltà Contadina allestito nel Palazzo Ducale, dimora secentesca dei duchi Venturi.

La sede dell’Azienda Mottura è una splendida tenuta di fine Ottocento, con i balconi scolpiti nella pietra di respiro barocco e con i sotterranei sostenuti da archi a volta, in cui da 80 anni sono custoditi i segreti della cantina di famiglia.

Anche Tuglie, come più notoriamente Otranto, è stata coinvolta nella drammatica occupazione ottomana del 1480, evento che ha lasciato un segno profondo nella cultura, nel linguaggio e nella produzione artistica del Salento. Il feudo di Tuglie, raso al suolo dagli ottomani, rimase a lungo abbandonato: in contrada Passaturi crebbero i boschi di tuie e, la leggenda vuole che, proprio per la presenza di queste piante, il piccolo centro abitato, risorto intorno al palazzo baronale, venisse chiamato Tuglie.

Il centro storico di Tuglie si apre a una piazza in stile barocco, tra cortili e palazzi secenteschi immersi in una vegetazione boschiva spontanea. Dalle viuzze del centro storico si possono vedere i vecchi pozzi, le pileddhe (vasche di pietra per l’acqua), li focaliri (vecchi comignoli), e i caratteristici archi che congiungono una casa all’altra incorniciando le antiche corti tugliesi.

Eventi Prowein 2015

Prowein 2015 15-17.03.2015 Dusseldorf. Prowein è la Fiera Internazionale dei vini e distillati più importante d’Europa. Le cantine Mottura...

Download

In questa sezione puoi trovare tutto il materiale scaricabile di Mottura Vini del Salento.

Social